"Otto anni fa, ho acquisito la società, specializzata nella vendita, nel leasing e nella manutenzione solo di carrelli elevatori. All'epoca, avevamo dieci dipendenti, la società aveva un fatturato di circa 1,2 milioni di Euro e la sede era a Royan, anche se presto ci siamo spostati a Grézac (nel dipartimento 17), un Comune situato a 17 km da Royan, dove siamo tuttora. Allora non avevamo una divisione edilizia" ha spiegato Pierre-Jean Renoulleau, il trentaseienne amministratore della società. Otto anni dopo, la società ha 20 dipendenti e il suo fatturato è triplicato.

 

L'azienda ben presto ha iniziato a ricevere ordini per miniescavatori in leasing. "Ci siamo presto resi conto che c'era una vera e propria domanda per il leasing di apparecchiature edilizie. I nostri concorrenti si trovano a oltre 20 km dalla nostra sede, principalmente nel Comune di Royan, ma la strada è inaccessibile d'estate, e vanno considerati i costi di trasporto... si è trattato di un rapido calcolo: dovevamo investire in macchine per l'edilizia" ha aggiunto l'amministratore.

 

Così, la società ha acquistato il suo primo miniescavatore, un rimorchio, un autocarro con cassone ribaltabile e poi il secondo miniescavatore e ancora un terzo. La flotta aziendale pertanto è cresciuta molto velocemente, e oggi comprende 16 miniescavatori, 12 escavatori telescopici, 4 con cassone ribaltabile, un mezzo commerciale pesante da 26 tonnellate.

"Anni fa, avevamo un registro ordini clienti e quando un ordine veniva ripetuto, investivamo. Nei primi tre anni, si continuava così, poi abbiamo cominciato a investire regolarmente" ha affermato Pierre-Jean Renoulleau.

 

RD Manutention garantisce che ci sia sempre una rotazione delle proprie apparecchiature "Nella nostra azienda, una macchina è considerata vecchia dopo cinque anni, vogliamo avere macchine recenti o molto recenti sempre disponibili nel nostro parco macchine" ha proseguito.

 

"L'idea è di avere una divisione per il leasing a breve termine a sé stante all'interno di RD Manutention per il settore edilizio, con un team dedicato: un autista per le consegne, un responsabile leasing e un tecnico. Siamo ancora conosciuti come RD Manutention, anche se Marine, il nostro responsabile leasing del settore edile si è insediato all'inizio dell'anno e gestisce l'attività come RD Location" ha aggiunto Pierre-Jean, specificando che ha un raggio operativo di appena 20-30 km e che la sua clientela si compone prevalentemente (80%) di officine artigiane.

 

"Ciascuno è responsabile del proprio reparto"

"Credo che i miei metodi di gestione siano un po' diversi rispetto a quelli di altre società, perché in base alle mie ricerche, esperienze e storia familiare, è importante che ognuno abbia la responsabilità per il proprio reparto. Ciascuno mi informa di anno in anno su come sta andando la propria carriera, la direzione che intende intraprendere, ecc. Io spiego di essere qui per fornire loro i mezzi per farcela. Ovviamente supervisiono l'efficiente gestione dell'attività, ma se la divisione Marine, ad esempio, mi comunica che dobbiamo acquistare un mezzo o dobbiamo assumere un altro autista per portare avanti le attività nelle migliori condizioni, non c'è assolutamente alcun problema per quel che mi riguarda" ha osservato l'amministratore.

Così RD Manutention è arrivata ad acquistare il suo primo escavatore HYUNDAI, il cingolato HX130LCR, su raccomandazione del direttore della divisione leasing per il settore edilizio. Poi ha ordinatore un escavatore da 8 tonnellate.

 

"In definitiva, è stato un processo molto naturale: una riunione aziendale, l'accattivante approccio tecnico, l'eccellente rapporto con l'agente commerciale di SARL MOTARD, l'agevole vendita, l'esaustiva presentazione del prodotto e della soluzione di finanziamento... ci sono voluti 10 minuti per acquistare questa macchina HYUNDAI" questo la dice lunga sulle recensioni entusiastiche relative alla concessionaria SARL MOTARD e al marchio HYUNDAI CONSTRUCTION EQUIPMENT.  

 

"Il brand Hyundai ha un'immagine forte"

Per il direttore, la società appaltatrice adotta la posizione di sfidante permanente con il marchio sud coreano.

"Mi piaceva il fatto che avevamo un punto di vendita regionale, situato vicino a me, un'attività locale nel raggio di 30 km, qualcuno che si mette in gioco a livello di sfida e non mi considererà come numero cliente. Questo è molto importante: se ho bisogno di chiamarli, la mia azienda viene recepita come un cliente e non come un numero fattura. Se avessi bisogno di incontrare un titolare domani, potrei, non solo con un manager d'agenzia" ha chiarito Pierre-Jean Renoulleau, per cui l'aspetto umano e la fiducia sono di primaria importanza. "Per me, il marchio rappresenta: affidabilità, solidità, comfort ed estetica" ha elencato il Direttore, che è anche un fan del colore!

 

HX130LCR è un modello che unisce potenza, prestazioni, comfort, facilità di manutenzione e sicurezza

Lanciato dal produttore un anno fa, questo modello di escavatore della serie HX dal design compatto ha un peso di 13 tonnellate (peso operativo standard di 12,7 tonnellate) ed è disponibile anche in una seconda configurazione di serie, HX130LCRD, che include una lama apripista. Rientrando nella categoria dei mezzi compatti, consente alle aziende che appaltano l'ulteriore versatilità di riuscire a lavorare in spazi limitati.

L'escavatore HX130LCR è dotato di motore Perkins 854 F diesel da 73,6 hp (55 kW) e conforme alla fase IV. In termini di prestazioni e produttività, il motore e il sistema idraulico sul HX130LCR sono imbattibili. Il suo motore diesel con filtro antiparticolato diesel (DPF) offre potenza ed efficienza ottimizzate, senza necessità di un sistema di riduzione catalitica selettiva (SCR). Pertanto, gli addetti non devono più utilizzare la soluzione AdBlue.

Inoltre permette una profondità di scavo massima di 5.570 mm, un raggio di scavo massimo di 8.220 mm e una forza di rottura alla benna di 10.369 kgf. Il modello HL130LCR è dotato di benna di serie con larghezza di 1030 mm e capacità di 0,59 m3. Il modello HL130LCR offre un comfort impareggiabile: la sua cabina ad es. è dotata di serie di cruscotto con touchscreen da 8 pollici che è sia interattivo sia regolabile.